La medicina è fatta per i pazienti, non è fatta per i guadagni!

Sei un medico ma spesso ti trattano da impiegato statale, burocrate, o chicche sia nella compilazione di documenti, ricette, impegnative, certificati …

Nei mesi scorsi, l’invernata appena trascorsa, non si è fatto altro che parlare del nuovo decreto del ministro della Salute, decreto appropriatezza. Ho sentito spesso parlare di razionalizzazione di risorse, di tagli nei ticket per le prestazioni sanitarie, di associazionismo, di vincoli regionali a cui il medico deve sottostare … ma mi stavo facendo una domanda: miglioriamo in questo modo l’attività ambulatoriale del medico e di conseguenza lo stato di salute dei suoi assistiti?

La tua missione in tutto ciò?
Non perdere mai la speranza, amico medico, persegui senza timore il tuo obiettivo, il tuo essere un medico, il tuo essere un punto di riferimento per i tuoi pazienti nel migliorare loro la vita, curandone la salute. Ti saranno per sempre grati.

Proprio in questi giorni, e su questi argomenti, pubblicavo questa citazione:
“La medicina è fatta per i pazienti e per il popolo, non è fatta per i guadagni!” di George W. Merck

Fissiamolo bene nei nostri pensieri.
Nonostante tutto e tutti, nonostante il mondo che ci circonda, le leggi, i decreti. Perseguite con serenità i tuoi valori, i valori per i quali ogni giorno ti alzi, per i quali hai dedicato anni di studi, per i quali ogni giorno vai in ambulatorio e aiutate le persone a guarire e stare bene.

Questi sono gli stessi valori che perseguiamo noi di Meditel Agenda Medica nell’aiutare il prossimo.

A presto, cari amici,

Martina Pozzan