Hai anche tu pazienti di questo tipo?

Hai anche tu pazienti di questo tipo?

Un lavoro a contatto con le persone, i pazienti, ti fortifica, indubbiamente.
Ma io credo che tu, caro medico, ne veda di tutti i colori.

Quanta pazienza, lo sappiamo bene, fa parte del gioco e di questo nostro lavoro.

Ma ci sono, purtroppo, anche dei casi limite e credo che il collega di cui ti parlo oggi sia giunto all’apice della sopportazione. Cosa sia successo non lo so, ma questa è la sua dichiarazione, trovata su Facebook:

“Il problema del genere umano è che gli idioti e i fanatici sono tanto sicuri di sè, mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi”Bertrand Russell

e commenta dicendo: “Vorrei che questa bella citazione servisse a quei pazienti che pensano di saperne di più del medico, che non capiscono cosa vuol dire confrontarsi con i colleghi, che non capiscono l’utilità di chiedere aiuto, che non capiscono cosa sia l’onestà intellettuale, che non capiscono i sacrifici di questa professione. Grazie invece a tutti quelli che riconoscono tutto questo”

Mamma mia, potrebbe essere stato anche solo un singolo caso, ma di questi pazienti ce ne sono. Che pensano di saperne di più di te, magari perchè l’hanno letto su Google. Pazzesco. Il metodo è … rispondere a tono =)

I pazienti, gioie o dolori?

Oggi ti saluto così, certa che nonostante tutto le gioie siano quelle che ripagano tutto.

Alla prossima
Martina Pozzan